Ub Iwerks: Da Topolino al Regno Magico

“Chiunque con anche una conoscenza di passaggio della storia dell’animazione conosce il nome Ub Iwerks,” Leonard Maltin dice, “Egli è l’uomo che quasi da solo animato cartoni animati sonori pionieristici di Walt Disney ‘Steamboat Willie’ e ‘ The Skeleton Dance.’Sua nipote Leslie intitolato il suo documentario’ La mano dietro il mouse ‘ con buona ragione.”

Nella sua prefazione al divertente e splendidamente illustrato libro new Disney Editions, Ultimo inventore di Walt Disney: Il genio di Ub Iwerks, Leonard Maltin continua, ” Ma questo è dove la nostra conoscenza generale di Ub Iwerks si snoda verso il basso. Sappiamo che ha armeggiato con la tecnologia presso lo studio Disney per decenni, ma hanno poca idea dei suoi contributi specifici.”

Walt, Ub Iwerks e Les Clark (apprendista di Ub durante la fine degli anni venti) nel 1966.  Nel 1966 Walt, Ub Iwerks e Les Clark (apprendista di Ub durante la fine degli anni venti). © Disney

L’illustre carriera di Ub consisteva in dozzine di contributi innovativi, grandi e piccoli, sia per i film animati che per quelli live-action, nonché nel campo dell’ottica, dei processi cinematografici e degli effetti speciali. All’interno di questa nuova panoramica della sua identità per tutta la vita come “Inventore Disney”, i lettori vedranno, in uno studio caso per caso, come Walt abbia spesso fatto affidamento sui consigli, sull’esperienza, sull’ingegno e sulla creatività di questo spirito affine, amico per tutta la vita e compagno virtuoso fe prodezze di magia tecnologica che sono ancora viste fino ad oggi nei Parchi Disney

“Iwerks non aveva una laurea in ingegneria”, dice Maltin. “Era completamente autodidatta, eppure le sue creazioni erano spesso capolavori di ingegno e praticità. Ha lottato per la perfezione in tutto ciò che ha fatto From ”

Dal primo sviluppo di Disneyland nei primi anni 1950, Ub è stato coinvolto nella risoluzione di problemi creativi e tecnici, che vanno dalle tecniche per fotografare realisticamente modelli in scala di concetti di attrazione a macchine fotografiche speciali, proiettori, elettronica e audio per le attrazioni. Ub si sentiva come a casa propria impegnandosi in ciò che Walt chiamava “Imagineering—la fusione dell’immaginazione creativa con il know-how tecnico.”

A Disneyland, le invenzioni di Ub potrebbero essere semplici, ma sofisticate nella loro eleganza: un proiettore di onde ha dato l’illusione che il sottomarino Nautilus era sotto l’acqua nelle 20.000 Leghe Sotto l’attrazione mare in Tomorrowland; un semplice effetto di illuminazione ha dato l’illusione di una montagna di ruote che girano in fiamme nel castello di Sleeping Beauty walk-through originale.

Uno dei concetti più unici, distintivi e innovativi di Ub è cresciuto (come molte delle sue innovazioni) da una conversazione di corridoio con Walt. Nei primi anni 1950, le immagini a grande schermo erano diventate l’ultima mania di Hollywood. Walt era rimasto impressionato dalla rivoluzionaria presentazione cinematografica e dalla tecnologia sonora di “This Is Cinerama”, che aveva debuttato a Hollywood nella primavera del 1953. Un pomeriggio poco dopo averlo visto, Walt chiese casualmente a Ub se fosse possibile fotografare e proiettare un film a 360 gradi-una sorta di “Cinerama in Surround.” Se potessimo farlo”, ha detto Walt, ” potremmo trovare uno sponsor e potrebbe diventare un’attrazione a Disneyland.”Ub rispose:” Sì, sono sicuro che si può fare.”Walt disse:” Perché non controlli e vedi cosa riesci a trovare?”

La fotocamera 360° Circle-Vision aggiornata da 35 mm montata su un carrello con ascensore idraulico per gli scatti in movimento. © Disney
La fotocamera Circle-Vision 360° aggiornata da 35 mm montata su un carrello con ascensore idraulico per gli scatti in movimento. © Disney

In pochi giorni, Ub aveva elaborato un’idea per una telecamera circolare e un sistema di proiezione “surround”. Nel corso dei decenni,” Circarama, “e la sua tecnologia successore” Circle-Vision 360, ” è stato visto nei parchi Disney di tutto il mondo. Ancora oggi, Riflessioni di schermi Cina nel padiglione Cina al World Showcase in Epcot, adiacente ad un altro che comprende 360 gradi motion picture, O Canada! che mostra nel padiglione del Canada.

Il sistema e i controlli di proiezione Disney che originariamente producevano il
Il sistema e i controlli di proiezione Disney che originariamente producevano le “lapidi canore” nella scena del cimitero di Haunted Mansion. © Disney

Yale Gracey è abbastanza noto dai fan come il “illusioneer” dietro tanti degli effetti inquietanti in the Haunted Mansion. Ma fare quelle illusioni tecnicamente praticabile-ed efficiente e abbastanza durevole per l’uso quotidiano—spesso è caduto a Ub.

Ad esempio, Ub ha reso il concetto di diverse applicazioni di facce mobili su oggetti statici, come Madame Leota all’interno della sua misteriosa sfera di cristallo, o “Little Leota”, che incoraggia i visitatori in partenza a “Affrettarsi baaa-ack”, in una realtà praticabile. Il quintetto di “lapidi cantanti” nel cimitero, ad esempio, utilizzava un nuovo sistema di proiezione Disney 16mm progettato da Ub, dotato di lampioni a incandescenza e cambialampada automatici. Tutti e cinque i proiettori nella scena del Cimitero sono sincronizzati con la traccia audio, mentre le lapidi cantano la loro inquietante armonia. Ub e Yale avevano ingannato tutti. Per anni, le persone al di fuori della Disney avrebbero fatto domande come: “Quale laser stai usando per quell’effetto?”L’effetto reale è stato un mistero-e un segreto ben tenuto-per un tempo molto lungo.

Il dipinto panoramico originale del presidente Washington rivolgendosi ai suoi ufficiali di gabinetto. Il dipinto è montato su un meccanismo che consente di spostarlo orizzontalmente e verticalmente durante lo scatto. © Disney
Il dipinto panoramico originale del presidente Washington rivolgendosi ai suoi ufficiali di gabinetto. Il dipinto è montato su un meccanismo che consente di spostarlo orizzontalmente e verticalmente durante lo scatto. © Disney

L’ultimo grande progetto di Ub è stato l’immenso bisogno tecnico della Hall of Presidents nel Magic Kingdom Park del Walt Disney World Resort, con la sua epica combinazione di tecniche di proiezione, illuminazione e Audio-Animatronica.

Nello spettacolo, prima che le tende si aprissero per rivelare i presidenti, una presentazione cinematografica descriveva varie sfide storiche alla Costituzione e la sua importanza per il mantenimento dell’Unione. E ‘ stato stabilito che per rendere il film in film live-action sarebbe stato costo-proibitivo, e sarebbe invece meglio realizzato con opere d’arte fotografato un fotogramma alla volta, il modo in cui l’animazione è girato. Grandi dipinti dettagliati nella stessa proporzione del lungo schermo-che sarebbe alto due piani e largo 200 piedi-sono stati creati sotto la direzione del quattro volte vincitore dell’Academy Award®John DeCuir Senior, lavorando ogni giorno per due anni per creare 85 capolavori-alcuni lunghi più di 40 piedi—nello stile del periodo in cui si svolge ogni azione specifica.

L’ultima, ma non meno importante sfida di Ub—che tipo di telecamera e sistema di proiezione potrebbe essere usato per presentare un film su uno schermo lungo duecento piedi? Sarebbe impossibile proiettare un’immagine così grande utilizzando un proiettore, così Ub ha deciso che lo schermo potrebbe essere riempito da cinque proiezioni adiacenti 70mm—ogni quaranta piedi di larghezza con il proprio proiettore—per produrre un’immagine continua.

“Insieme con l’intera organizzazione Disney,” il libro racconta, “Ub era stato sotto tremenda pressione per completare il suo lavoro in tempo per l’ottobre 1971 grande apertura di Walt Disney World. Le officine meccaniche e i soundstages dello studio, della WED Enterprises e della MAPO erano vivi e ronzavano con l’operosa attività di creare l’hardware, la tecnologia e la meccanica per portare l’immaginazione alla realtà. Era stata una parte della cultura che Walt e Ub avevano creato nel lontano Kansas City: Sogno. Creare. Risolvere i problemi. Rendere possibile l’impossibile.”

Ub raggiunse l’età di 70 anni nel marzo del 1971, ma alla fine di giugno subì improvvisamente un attacco di cuore. Proprio mentre sembrava riprendersi, il 7 luglio 1971, Ub improvvisamente morì, ponendo fine a una vita straordinaria e a una carriera straordinaria. “La sua mente e il suo spirito erano forti come sempre, ma il suo cuore non poteva portarlo oltre. Senza Ub, il suo progetto finale è stato ora lasciato ai suoi collaboratori dedicati per completare.”

L’ultimo inventore di Walt Disney: Il genio di Ub Iwerks ha una prospettiva unica e un’erudizione che nessun altro libro del suo genere può affermare-perché l’autore di questo affascinante lavoro non è meno un’autorità del figlio di Ub, Don Iwerks, che ha seguito suo padre nei Walt Disney Studios dove Don ha anche sviluppato la tecnologia ancora utilizzata nei parchi Disney di tutto il mondo. Questa sfaccettatura mai raccontata della biografia e della tecnologia Disney è una degna aggiunta alla libreria di qualsiasi fan Disney.

“Scrivendo e ricercando questo libro, Don Iwerks non solo ha fatto un grande servizio ai posteri e riempito un vuoto nella conoscenza di Disneyphiles”, dice Leonard Maltin, “ha anche reso un tributo amorevole a suo padre in un modo che suo padre avrebbe veramente apprezzato.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *