Che cosa è una spesa variabile?

Una spesa è una spesa variabile quando il suo importo totale cambia in proporzione alla variazione delle vendite, della produzione o di qualche altra attività.

Per illustrare una spesa variabile, supponiamo che un’azienda di siti web venda un prodotto e richieda che il cliente utilizzi una carta di credito. Il processore della carta di credito addebita all’azienda una commissione pari al 3% dell’importo addebitato. Pertanto, in un mese in cui le vendite sono $10.000 l’azienda avrà una spesa di carta di credito di $300. Se le vendite sono $30.000 ci sarà una spesa di carta di credito di $900. La spesa totale della carta di credito varia con le vendite perché la tassa ha un tasso fisso del 3% delle vendite.

Un altro esempio di spesa variabile è il costo dei beni venduti da un rivenditore. Ad esempio, se un’azienda acquista un prodotto per $30 e poi lo vende per $50, il suo costo dei beni venduti sarà un tasso costante del 60%. Quindi quando le sue vendite sono $10.000 il costo delle merci sarà $6.000. Quando le vendite sono $30.000 il costo delle merci vendute sarà $18.000.

Sapere come si comportano i costi quando cambiano le vendite o altre attività ti consentirà di capire meglio come cambierà il reddito netto di un’azienda. Consente inoltre di calcolare rapidamente il margine di contribuzione di un prodotto e di stimare il punto di pareggio dell’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *